Auguri….buona Pasqua

L’AUGURIO PASQUALE DEL PAPA

Pasqua ci insegna che il credente è chiamato a camminare incontro al Vivente. Chiediamoci: nella mia vita, verso dove cammino? A volte ci dirigiamo sempre e solo verso i nostri problemi, che non mancano mai, e andiamo dal Signore solo perché ci aiuti. Ma allora sono i nostri bisogni, non Gesù, a orientarci. Ed è sempre un cercare il Vivente tra i morti. Quante volte, poi, dopo aver incontrato il Signore, ritorniamo tra i morti, aggirandoci dentro di noi a rivangare rimpianti, rimorsi, ferite e insoddisfazioni, senza lasciare che il Risorto ci trasformi.Cari fratelli e sorelle, diamo al Vivente il posto centrale nella vita. Chiediamo la grazia di non farci trasportare dalla corrente e dal mare dei problemi; di non infrangerci sulle pietre del peccato e sugli scogli della sfiducia e della paura. Cerchiamo Lui, lasciamoci cercare da Lui, cerchiamo Lui in tutto e prima di tutto. E con Lui risorgeremo”.

L’AUGURIO PASQUALE DELL’ARCIVESCOVO

“Desidero che giunga a tutti l’augurio per la santa Pasqua di quest’anno. Siamo costretti a una celebrazione che assomiglia più alla prima Pasqua che a quelle solenni, festose, gloriose alle quali siamo abituati.“Desidero che giunga a tutti l’augurio per la santa Pasqua di quest’anno. Siamo costretti a una celebrazione che assomiglia più alla prima Pasqua che a quelle solenni, festose, gloriose alle quali siamo abituati La nostra Pasqua, vissuta più in casa che in chiesa, è la cena secondo il Vangelo di Giovanni: i suoi segni espressivi sono la lavanda dei piedi, la rivelazione intensa agli amici dei pensieri più profondi, la preghiera più accorata al Padre. La nostra Pasqua quest’anno rivive quella sera: «La sera di quel giorno, il primo della settimana, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù, stette in mezzo e disse loro: “Pace a voi!”» (Gv 20,19). Incomincia così una storia nuova. Perciò posso invitarvi ancora a orientare il nostro cammino di Chiesa, con quanto ho scritto nella mia lettera La situazione è occasione: «Siate sempre lieti nel Signore!» (Fil 4,4). Pace a voi! Buona Pasqua”.“.

L’AUGURIO PASQUALE DEL PARROCO E I SACERDOTI DELLA COMUNITA’ PASTORALE

Pur in questa inusuale  circostanza in cui le chiese sono vuote e mute viviamo la gioia e la speranza che ci sono donate dal Signore Gesù risorto. Con questa chiara certezza il Parroco, i Sacerdoti, il Diacono, i Religiosi, le Religiose, i Collaboratori laici della Comunità Pastorale “San Giovanni Paolo II” in Seregno cordialmente augurano a tutti una LIETA E SANTA PASQUA

L’AUGURIO PASQUALE DI DON LUCIANO MARIANI DALLA MISSIONE IN MADAGASCAR

Carissimi amici,                è con gioia che vi scrivo per questa Santa Pasqua. E’ una Pasqua particolare, ove tutto sembra surreale. Ho l’impressione di essere stato trasferito su un altro pianeta. Eppure è tutto vero ciò che viviamo ogni giorno, e ciò che io vedo e leggo dai giornali..Un interrogativo risuona nel mio cuore da più settimane: “Perché tutto questo? Cosa vuoi insegnarci, oh Dio, da ciò che succede in Italia e nel mondo? Vuoi dare una lezione proprio a me che -tutto sommato- sono un prete, un cristiano onesto e devoto?”.Vicina è la Pasqua e queste domande risuonano dentro di me con tutta la loro forza!…… LEGGI LA LETTERA COMPLETA